SHIVA

i-nove-semi-duerer-101

Un intenso ritratto di Vandana Shiva realizzato da Maurizio Zaccaro durante le riprese inIndia per il docu-film Terra Madre di Ermanno Olmi. Il documentario, prodotto da Cineteca di Bologna e ITC Movie srl, racconta l’esperienza del movimento Navdanya di cui Vandana Shiva è ideatrice e promotrice, la sua banca delle sementi per la salvaguardia della biodiversità della produzione agricola. Un nuovo modo di pensare, una conoscenza aperta e integrata, un approccio ai temi dell’ambiente come strettamente connessi allo sviluppo economico e alla lotta alla povertà. Il nome del movimento Navdanya (che in Hindi significa “nove semi”) trae spunto dal rituale, molto diffuso nel sud dell’India, di piantare nove semi in un vaso il primo giorno dell’anno. Dopo nove giorni le donne si incontrano e confrontano i risultati, vedendo quali semi si sono comportati meglio; a questo punto si organizzano scambi cosicché tutte le famiglie possano piantare i migliori semi a disposizione. Gli scopi di Navdanya sono la difesa della biodiversità, la creazione di una banca di sementi da scambiare con i contadini che aderiscono al movimento, la riconversione dei campi a un’agricoltura interamente biologica.Grazie a questa esperienza, Vandana Shiva è diventata una delle leader mondiali del movimento contro i brevetti sugli organismi viventi.

Press Festival

Red line vecto

GALLERY

 

nove-semi1

i-nove-semi-lindia-di-vandana-shiva-1.jpg

P1020507.JPG

P1020618.JPG

P1020619.JPG

P1020454.JPG

P1020571.JPG