notte

Premio_David_di_Donatello.png

00358201

Red line vecto

Ritornato nella natìa Davenport, dove ha trascorso l’infanzia, il giovane Irving, figlio di un professore di liceo, per non rientrare nella villa piena di ricordi ereditata dal padre, di recente defunto, dimora signorile dei suoi anni verdi, da cui era partito in tutta fretta con la madre quattordici anni prima, subito dopo il misterioso suicidio della sedicenne Glenda, allieva del padre, prende alloggio in un albergo. Intende infatti fermarsi solo il tempo necessario per attendere alla pratica di donazione della villa ai familiari di Glenda, a titolo di risarcimento per quell’enigmatico suicidio, nel quale risulta in qualche modo implicato il padre, a motivo di un suo legame sentimentale con la giovane allieva. Ma la sera stessa del suo arrivo in albergo, un anonimo, che si dice collega del defunto professore, gli dichiara al telefono che la ragazza è viva…

Red line vecto

 

DAVID DI DONATELLO 1992 PER MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE

Pur con qualche lungaggine,”Dove comincia la notte” è un film abilmente congegnato su commissione e con un budget di soli 800 milioni. (Maurizio Porro, Il Corriere della sera)E’ abbastanza facile obiettare due cose: che non è poi cosi’ italiano da figurare in una vetrina incaricata di documentare le novità del cinema italiano, e che sfugge palesemente alle convenzioni non scritte del film “da festival”, e da festival come Venezia. (Paolo D’Agostini, La Repubblica)Una “mistery story” a tratti intrigante, a tratti un pò scontata.

Giorgio Spagnoletti

Red line vecto

Si tratta di un giallo di solida scrittura, ma a tutti i film e questo è un pò il suo limite “diverso”. Il film infatti da un lato esibisce un efficace e fluido congegno narrativo, dall’altro sconta l’eccessiva preoccupazione di riproporre gli inflazionati stereotipi del thriller, dell’horror e del fantastico, di evitare certi passaggi topici del genere.

Alberto Castellano, Il Mattino

Red line vecto

Avati ha firmato la sceneggiatura di questo film, che quasi nessuno ha visto, ma che è rimasto potentemente impresso nella mia memoria. Ricordo ancora il trailer: era l’estate 1991 e la voce fuori campo diceva che “a volte la verità ha il volto deforme della follia”. Un bel film, che deve molto a “La casa dalle finestre che ridono” quanto a tematiche scabrose e sensazioni malsane. La storia morbosa del professore che aveva una relazione con la studentessa minorenne, poi morta suicida per lo scandalo; l’abbandono del tetto coniugale da parte della di lui moglie e del figlio; il ritorno di quest’ultimo, dopo la morte del padre, per mettere a posto l’eredità ed indennizzare i parenti della giovane Glenda, chiudendo così i conti riguardo quella brutta vicenda. Ma le cose vanno in modo strano: la presenza della ragazza morta è ovunque, c’è il suo smalto per le unghie, c’è chi giura che sia viva, ci sono porte che si aprono senza spiegazione… Il finale non si può rivelare, ma è meraviglioso: come ne “LA casa dalle finestre che ridono”, è rivelatore, perché la verità si scopre, ma non è affatto consolatorio. Rimane il rimpianto di aver visto questo gioiellino una sola volta, quasi dieci anni fa, durante quello che è stato (a quanto ne so) uno dei pochissimi passaggi televisivi; non è neppure disponibile in dvd.   Riscopriamo pellicole come questa!

 

My Movies

Red line vecto

GALLERY

Dove comincia la notte.jpg

Dove comincia la notte 2.jpg

Dove comincia la notte 3.jpg

Dove comincia la notte 4.jpg

Dove comincia la notte 5.jpg

dove comincia la notte 6.jpg

dove comincia la notte 7.jpg

1689180,TfpHoAlyl6FoVNR2ljANu6zfG6xNplQYfKbP39Vm3ZKmieqf1zKkLVkXbNG3hm0kOZWcydgMV7bprf5m_mClgg==

1689181,MRum1fCz2O6_eLuS_9LWpLPsl+_dc+gypBT4ClHIYRua5swhodfJmjz+KZsLd2DuzIzF7nIE0m06C6QYJE3xyg==.jpg

dove_comincia_la_notte_tom_gallop_maurizio_zaccaro_005_jpg_rpmm.jpg

1031_DOVE_COMINCIA_LA_NOTTE_MAURIZIO_ZACCARO1.png

showimg2-1.jpg

showimg2.jpg

notte set 4.jpg

Scan 16

fullscreen_pc.jpg

00358202.JPG

9b7bb1f2-ab36-59bc-ae90-75e2d5748169.image.jpg

6th 412 Overview.jpg

284.jpg

286.jpg

Red line vecto